COME ABITUARE IL GATTO ALLA LETTIERA: TI DIAMO UNA ZAMPA
gatti e lettiera

COME ABITUARE IL GATTO ALLA LETTIERA: TI DIAMO UNA ZAMPA

L’educazione del gatto non è un’impresa ardua, tuttavia si possono riscontrare delle difficoltà specialmente se abbiamo a che fare con un cucciolo.

Il gatto è istintivamente portato a fare i suoi bisogni nella lettiera perché diciamolo è un vero e proprio maniaco delle pulizie.

Per sua natura cerca sempre della sabbia o del terreno morbido.

Se poi è piccolo, tende ad imitare le abitudini dei genitori, quindi tanto vale lasciare a questi ultimi il compito di istruirlo al meglio.

Ci sono però cuccioli che imparano più lentamente o addirittura gatti adulti che si rifiutano improvvisamente di usare la lettiera.

COME EDUCARE IL GATTO ALLA LETTIERA IN CINQUE MOSSE

Se seguirete alla lettera questi cinque consigli il successo è garantito: il vostro micio diventerà quasi sicuramente un perfetto inquilino!

Eccovi i nostri suggerimenti:

1 Collocare la lettiera in un ambiente accessibile e tranquillo. L’ideale sarebbe in terrazza o nel balcone a patto che sia al riparo. I gatti preferiscono stare appartati in certe situazioni, proprio come i loro padroni.

2 Mettete il micio nella lettiera più volte al giorno smuovendo un poco la sabbietta o il pellet con le dita.   

3 Pulire bene il pavimento se il micio urina fuori alla lettiera perché il gattino potrebbe agire nella stessa maniera a causa dell’odore.

4 Rimuovere subito i bisogni con l’apposita palettina e cambiate la lettiera frequentemente altrimenti il gatto si rifiuterà di utilizzarla.

5 Usate una lettiera di qualità che non sollevi polvere. I gatti infatti non amano né le polveri della sabbietta né che i sassolini si attacchino alle zampette.

PERCHE’ IL GATTO NON USA LA LETTIERA?

Quando accade che il micio fa i suoi bisogni nel pavimento non è sempre tutta colpa sua. Occorre indagare bene le cause. Il gatto può fare dei dispettucci se lasciato solo per molto tempo ma è abbastanza raro.

In ogni caso, per preservare l’integrità dei pavimenti (l’urina del micio è molto acida) sono consigliati degli appositi repellenti spray, ovvero sostanze che risultano sgradevoli all’olfatto felino tanto da farli desistere dalle cattive abitudini.

Se invece avete acquistato un tipo di lettiera a cui il micio non è abituato potrebbe volerci del tempo per corvincerlo. Per facilitare il cambio lettiera potete usare degli spray attrattivi che lo aiuteranno a sporcare nei luoghi desiderati.

Altre volte, il mancato utilizzo dell’apposito wc potrebbe derivare da un forte stress, come un cambio di abitazione o dei lavori in casa che hanno letteralmente stravolto il suo habitat.

Quando però il gatto persiste a non usare la lettiera, nonostante le precauzioni adottate e urina di frequente è possibile che vi sia una qualche patologia. Il gatto infatti è di frequente soggetto a cistiti, in questo caso è consigliabile rivolgersi al veterinario.

DUBBI SULLA LETTIERA:

Quando si deve cambiare la lettiera del gatto?

Se la lettiera è di sabbia bisognerebbe cambiarla ogni due giorni. Esistono lettiere di qualità che possono durare anche dai cinque ai sette giorni perché antiodore e agglomeranti. Ovviamente bisogna considerare anche il numero di gatti presenti in casa.

Le lettiere profumate sono migliori di quelle neutre?

Assolutamente no, il fiuto del gatto è molto sensibile quindi profumazioni in voga alla lavanda o floreali potrebbero infastidirlo molto.

Meglio una sabbia sottile o grossolana?

La sabbia sottile è quasi sempre polverosa quindi è meno indicata, inoltre inalando le microparticelle potrebbe andare incontro a problemi respiratori, meglio quindi usare il pellet.

La lettiera è meglio chiusa o aperta?

Una lettiera chiusa sicuramente garantisce maggiore privacy, ma è anche più difficile da pulire e potrebbe essere associata negativamente al trasportino usato per il tragitto verso il veterinario.

Una lettiera aperta ha il pregio di trattenere meno gli odori.

Se ho più di un micio posso usare la stessa lettiera?

Sarebbe consigliato avere una lettiera per ciascun gatto in modo che il micio riesca sempre a distinguere bene il proprio odore. Abituarli ad usare la stessa lettiera è possibile ma più difficile se subentra un nuovo arrivato ad un gatto già adulto. Eh si…condividere uno stesso wc non è mai una gioia nemmeno per gli umani.

Se c’è la necessità di spostare la lettiera come si fa ad insegnare al gatto a cambiare postazione?

Posso farlo spostando la lettiera di 1 metro alla volta fino alla destinazione desiderata.

Quanto va riempita la lettiera?

Si consiglia di riempire il box almeno con tre dita di sabbietta o pellet perchè il nostro beniamino deve sentirsi libero di scavare.

Se poi volete un suggerimento su quale lettiera usare, consigliamo di non scegliere una lettiera qualunque…, meglio usare “Lalettiera’ in pellet di carta perchè ecologica, antiodore, non fa polvere e non si attacca alle zampine.

I vostri beniamini ve ne saranno grati!

Ordinala ora nel sito!

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello