COLPO DI CALORE NEL GATTO

COLPO DI CALORE NEL GATTO

Con la bella stagione le temperature si fanno via via più roventi e ci si mette anche l’afa a minare la nostra voglia di stare all’aperto.
Ma i nostri amici pelosi come vivono il caldo?
Anche i gatti infatti soffrono le alte temperature, anche se li vedi spesso crogiolarsi al sole.
Proprio per questo occorre fare molta attenzione!

GATTI E CALDO

I gatti non hanno le ghiandole sudoripare su tutto il corpo, solo nei polpastrelli, quindi è molto difficile per loro disperdere il calore.
Pensiamo che il loro corpo può raggiungere tranquillamente i 40°, dunque soffrono il caldo anche più di noi.
Un colpo di calore nel gatto può avere conseguenze gravissime e addirittura portare alla morte.

COLPO DI CALORE NEL GATTO: SEGNALI

Se il gatto dopo un’esposizione al sole sembra andare in affanno, bisogna subito prendere provvedimenti. Ma come si fa a capire la gravità della situazione? Quali sono i segnali che ci fanno capire che il nostro amico è davvero in pericolo? I sintomi più evidenti possono essere:

  • debolezza
  • camminata barcollante
  • abbondante salivazione
  • lingua violacea
  • battito cardiaco elevato
  • temperatura corporea elevata (da rilevare con un termometro)

Se riscontri tutti questi segnali ti consigliamo di contattare subito il veterinario e portare il gatto in un luogo fresco.

In ogni caso la prevenzione è sempre e comunque fondamentale.

COME PREVENIRE IL COLPO DI CALORE NEL GATTO

Ecco come prevenire facilmente un colpo di calore con qualche accorgimento in più:

  • tenere sempre a disposizione una ciotola con acqua fresca. Se state fuori tutto il giorno per lavoro, meglio munirsi di ciotole auto-riempienti.
  • ghiaccio: se il micio ha molto caldo potete aggiungere un cubetto di ghiaccio nell’acqua della ciotola.
  • cibo per gatti: la dieta deve essere completa ma mai troppo pesante, meglio spezzettare i pasti in due round nel corso della giornata in modo da non appesantire troppo il gatto con la digestione.
  • cuccia: posizionare il giaciglio del vostro micio in una zona sempre all’ombra, possibilmente arieggiata.
  • sì a ventilatori e condizionatori: nelle ore più calde sarà opportuno lasciare il gatto in casa con ventilatore o condizionatore in funzione.
  • toelettatura: se il micio è a pelo lungo è buona norma accorciare il pelo. Attenzione però che i gatti bianchi hanno la pelle molto delicata e potrebbero scottarsi privati del loro prezioso manto.
  • tende e tapparelle: chiudetele durante il giorno per mantenere l’ambiente fresco e ospitale. Se volete far corrente ,meglio scegliere momenti come la mattina presto o la sera.

VACANZE CON GATTI

Se portate il micio in ferie con voi fate attenzione!
I gatti infatti non amano molto i viaggi in automobile, ma per rendere meno difficile il tragitto si consiglia di accendere il condizionatore e di non lasciare mai il micio da solo in sosta all’interno dell’abitacolo! Può diventare un vero e proprio forno ed essere pericolosissimo per il vostro amico.
Anche il trasportino deve essere ben arieggiato perchè il gatto non vada in affanno.

Ma i colpi di caldo non sono l’unica problematica dell’estate, anche il cambio e lo smaltimento della lettiera richiedono particolari attenzioni. Con il caldo si sa, gli odori si fanno acri e insopportabili e occorre cambiare la lettiera più spesso. Per questo è importante scegliere una lettiera di qualità, che possa durare più a lungo senza diffondere cattivi odori per tutta casa.

LaLettiera non è solo una lettiera antiodori a lunga durata, è anche ecologica e permette lo smaltimento a impatto ambientale nullo.

Provala ora, le spese di spedizione sono gratuite! Clicca qui!

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello